Questo sito è dedicato a famiglie comuni che, nel loro piccolo, hanno fatto la storia della Puglia. Donne e uomini che hanno vissuto nel XVIII e nel XIX secolo in città capoluogo, come Bari, o in province vicine, come Canosa, e lontane come Rovigo, le cui vite private sono state segnate dai grandi cambiamenti socio-economici che hanno contraddistinto la storia nazionale e locale. L’intento di “vitemairaccontate” è quello di raccontare storie private che sono lo specchio e l’incarnazione della storia studiata sui libri.

Tutto nasce da una ricerca genealogica che si è fatta sempre più interessante e che ha riportato in vita nomi e storie sepolte nei ricordi della famiglia, ma anche nomi e storie di cui non si era a conoscenza. Persone, o meglio “anime”, che sono parte della nostra “anima”. Se noi oggi esistiamo e siamo quello che siamo, è anche grazie a loro… ed è per questo che non devono essere dimenticati. Le loro vite comuni meritano di essere raccontate, soprattutto a chi non li ha conosciuti neanche attraverso i racconti delle nonne che non ci sono più.

Nota per la consultazione del sito

 

Luigi Colonna, mastro scalpellino, uno dei migliori costruttori baresi, “non il semplice edificatore, senza arte e senza stile” ma capace di realizzare opere luminose e degne. Uno scalpellino, costruttore, diremmo oggi architetto eclettico e di gusto raffinato, che ha firmato alcuni dei palazzi Liberty più belli di Bari. E’ un onore annoverarlo tra le nostre Vitemairaccontate. Leggi Colonna

 

Dietro a un matrimonio c’è spesso una lunga serie di legami sconosciuti che rendono i due sposi lontanissimi parenti. Questo vale per Stella Vessio e Nicola Colucci che si sposeranno nel 1889 ma le cui famiglie erano legate sin dai primi dell’Ottocento. E’ una rete intricata di relazioni che è un piacere sbrogliare piano piano. Leggi Vessio